Nuovi modi di viaggiare nell’anno del turismo sostenibile

settembre 25 15:26 2017 Print This Article

L’intervista che mi hanno fatto quelli di I.TA.CA:

Tra i numerosi ospiti della tappa di IT.A.CÀ Parma ( dal 2 all’ 8 ottobre) c’è Cristina Pagetti – responsabile italiana di HomeExchange ed autrice del libro “Benvenuto a casa tua” – che sarà tra i protagonisti della giornata di Mercoledì 4 Ottobre e con la quale abbiamo avuto il piacere di scambiare due chiacchiere in anticipo, che vi proponiamo di seguito. 

> Leggendo la sua biografia la prima cosa che mi ha colpito e mi ha dato lo spunto per iniziare l’intervista è questa, come ha fatto una laureata in informatica a diventare la referente italiana di Home Exchange?

La passione per la scrittura innanzitutto che mi ha sempre accompagnato e – ovviamente – quella per i viaggi che mi ha permesso di avvicinarmi a questo meraviglioso mondo dello scambio casa, diventandone quasi subito la referente italiana.

> Domanda che sicuramente le hanno già fatto in molti, quanti scambi di casa ha fatto?

(Ride) Dopo il quindicesimo ho smesso di contarli ma direi oltre venti, più di uno all’anno.

> Il posto che le è piaciuto di più tra quelli che ha visto, almeno fino ad ora, e la meta del suo prossimo viaggio?
Ce ne sono molti, però direi la California per i paesaggi incantevoli, il Portogallo per i contatti umani intessuti e poi Londra in cui sono andata con i miei figli per 3 settimane vivendola appieno fino a sentirci parte integrante di questa straordinaria città che ha così tanto da offrire.

Per quanto riguarda il mio prossimo viaggio è ovviamente già organizzato, a Dicembre andrò a Palermo, città che ho già visitato, ma che sono curiosa di rivedere visto che nel 2018 sarà città italiana della cultura e mi hanno detto esserci molto fermento intorno a questo evento.

> Un episodio “particolare” che le è capitato con lo ScambioCasa e che difficilmente sarebbe stato possibile viaggiando in modo, per così dire, tradizionale?

In Finlandia dove i vicini di casa mi hanno ospitato a cena e – sapendo che nella vita sono insegnante – hanno pensato di portarmi a visitare una scuola.

> Perché consiglierebbe lo Scambio Casa come modalità di viaggio?

Perché è semplicissimo entrare a far parte della nostra Community, basta infatti collegarsi al sito e creare il proprio profilo e poi si può iniziare immediatamente a cercare scambi di viaggio. E poi è un modo davvero diverso di viaggiare sentendosi a casa anche quando si è lontani da casa, immergendosi pienamente in una cultura diversa dalla nostra – o anche uguale – ma vivendola con gli occhi delle persone del posto e non con quelli del turista “mordi e fuggi”.

view more articles

About Article Author

write a comment

0 Comments

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

Add a Comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person.
All fields are required.